Why Thailand?

First step Primo passo Thailandia

Hai mai pensato di cambiare tutto?

Hai mai pensato che potresti fare un altro lavoro?

O che potresti lavorare senza bisogno di andare al lavoro?
Dicono che chi fa delle proprie passioni un lavoro non dovrà mai lavorare tutta la vita...
 
Cari amici, ciao a tutti.
Per chi non mi conoscesse io sono Margherita.
Oggi ho deciso di scrivere il mio primo post per raccontarvi di me, dei miei progetti e per rendere un pò più chiaro quello che sto facendo.
 
Ma vai in Thailandia?
Si, fra 3 settimane mi trasferirò in Thailandia, esattamente a Chiang Mai che è nella parte Nord.
 
Cosa vai a fare in Thailandia?
L’idea è quella di concentrarmi sulla mia nuova attività che è il fashion design. Questo includerà iniziare progetti che non ho mai avuto il tempo di fare ed essere più continuativa ma anche ricercare nuovi materiali, studiare, praticare, migliorarsi ogni giorno e perché no magari fare diventare questo il mio lavoro.
 
Perché proprio la Thailandia?
Abbiamo esaminato le cose che più ci interessano e cerchiamo da una location e sono
  • Rapporto qualità / costo della vita
  • Clima caldo
  • Cibo squisito 
  • Sicurezza
  • Avanguardia dei servizi, soprattutto collegamento rete internet
  • Mix di cultura, tradizioni e modernità
 
Quindi hai mollato il tuo lavoro?
Si, ho dato le dimissioni dal mio lavoro full time. Ho lavorato come infermiera professionale nell’ospedale di Brighton in Inghilterra per quasi 3 anni. Il ritmo incalzante e la vita frenetica di un paese cosi all’avanguardia, hanno fatto nascere in me il bisogno di una svolta.
 
Come fai a vivere senza un lavoro?
Questo è uno dei principali motivi per cui abbiamo scelto Chiang Mai: il basso costo della vita. Il concetto è semplice di per sé anche se è un discorso che sicuramente spiegherò in modo più approfondito. Se la vita costa meno puoi permetterti di vivere con meno soldi.
Dal mio personale punto di vista è sempre meglio avere una sicurezza in più e partire sapendo che avresti risparmi sufficienti per garantirti vitto e alloggio per il primo paio di mesi.
In più dire che non ho un lavoro è incorretto. Direi che ho cambiato lavoro, che ho aperto la mia attività e ora lavoro da freelancer. Si, sicuramente questo avrà un forte impatto sul mio stipendio ma allo stesso tempo mi permetterà’ di avere più tempo libero.
 
In fondo che cosa ha più valore per voi? Tempo o soldi?
 
Dove starai?
Abbiamo già prenotato un piccolo bilocale tramite “air B&B” per il primo mese. Quando saremo la decideremo dove stabilirci per i mesi successivi e così via.
 
Come fai a lavorare dalla Thailandia?
Porterò con me la mia macchina da cucire, tutti gli accessori indispensabili, i miei libri, il mio pc e tutto ciò di cui avrò bisogno sarà un bel tavolo da lavoro.
Non porterò tanti tessuti con me per motivi di spazio e soprattutto nei mercati di Chiang Mai è possibile trovare ogni genere di stoffa.
L’acquisto dei miei prodotti on-line sarà ancora possibile, solo il tempo di spedizione sarà leggermente più lungo.
 
Con chi vai?
Andremo io e il mio fidanzato Cine (Bruno), il vero architetto di questo piano. Lui per primo mi ha ispirata a seguire le mie passioni e farne un business.
 
Quanto starai in Thailandia?
Sicuramente il primo mese staremo stabili a Chiang Mai, successivamente vedremo quanto abbiamo desiderio di spostarci e vedere altre zone o altri paesi limitrofi.
Ancora non sono in grado di dire la durata totale di questa avventura in quanto non abbiamo idea di cosa ci possa riservare questo viaggio e preferiamo essere aperti e flessibili a nuove possibilita’!
Bene amici, questi erano i principali punti che volevo toccare, senza andare troppo nei dettagli ma cercando di rispondere alle domande che ultimamente mi vengono fatte.
A volte è difficile spiegare tutto in una volta, soprattutto quando si tratta di un cambiamento di vita che non tutti capiscono al primo impatto e che anzi spesso genera reazioni di disappunto.
Il mio intento non è quello di insegnare, non sono una guru e nemmeno un’esperta.
Quello che voglio è condividere con voi questa avventura, sapere le vostre opinioni, scambiarci consigli utili e magari essere d’aiuto per chi ha sempre desiderato fare qualcosa ma non ha mai trovato il modo o il coraggio di iniziare.
Non esiste il momento perfetto, e non è una questione di coraggio.
Se mi seguirete scoprirete insieme a me cosa significa essere digital nomad come diventarlo passo dopo passo con piccoli consigli per affrontare al meglio questo cambiamento e soprattutto come effettivamente sarà la vita di una fashion designer digital nomad (d'ora in poi abbreviato a "fashion nomad") alle prese con questo nuovo incredibile mondo.
 
Siete curiosi?
Ho scritto un altro blog post su Come diventare fashion nomads, passo per passo! Buona lettura!

 


Newer Post


Leave a comment

Spin to win Spinner icon